È il terribile sospetto che scaturisce da un intervento dell’ingenuo Flagix sul forum. Si riferisce alla mia partita di domenica. Dice che è l’unica spiegazione. Subito, passano nemmeno due minuti, il Radics (ma non lavora mai questo figliuolo?) posta un vigoroso NO COMMENT. E basta. Nessun altro apre bocca, si attende che tutto cada nel Dimenticatoio (aperta parentesi, lo so quanto vi piace quando apro le parentesi, parte la digressione, come direbbe Hofstadter, o l’embolo, come invece commenterebbero i più. Cosa cavolo sarà mai il Dimenticatoio [rigorosamente maiuscolo, rigorosamente tra parentesi] che certo mille volte, specie da studenti vi sarete sentiti nominare? Dov’è, esiste ancora anche in questi grami tempi di raccolta differenziata? Cioè tipo io devo dimenticare una variante [mi capita spesso] e allora la devo portare in Via Col Vento, o invece mi devo dimenticare di andare al lavoro, e allora devo portare tale fastidioso pensiero [quello del lavoro in generale] in via del Nasone [satira politica e battuta troppo sottile per la gran parte dei lettori, attendo chiamata del Giornalista questa sera alle nove che mi dice non ho capito, ma scrivi un po' come l'Imperatore, che Lui sì che è bravo. (risposta: mica tutti sono figli del sole, qualcuno di noi ha avuto la sventura [o buona ventura] di leggere Berlin Alexanderplatz e di trovarlo estremamente piacevole, estremamente illuminante [non l'avete letto? Male. O forse sì ma l'avete messo nel Dimenticatoio? (e qui si apre una fantastica occasione per chiudere tutte le parentesi, ma siccome [domenica docet] se c’è la chiusura devo attendere quattro mosse prima di vederla allora non chiudo) tanto da decidere di tentare – ogni tanto – di scrivere in quel modo lì)] con questa che viene spero di aver chiuso tutto. Fondamentale, visto il freddo che fa) (e adesso metto pure un punto, la frase si può considerare terminata sull’interrogativo di fondo, poi ci torniamo). Io nel frattempo mi ascolto Man with the horn del Miles, inutile dirlo. Scoperto grazie a un gran bel podcast trovato su itunes (tutta questa frase è una strizzata d’occhio agli smanettoni del forum [non smanettoni nel senso di BigNose e del suo studio delle varianti, non quelle robe lì, mi diventate ciechi (il che a dire il vero potrebbe anche essere utile per i venienti torneini lampo)] chi avesse dubbi tipo cos’è un podcast, chi è Miles, dov’è itunes, come mai ogni volta che entro in internet il computer va a posizionarsi sul sito http://www.donneconlegonnemasenzagonna.it, insomma quei tipici problemi dell’uomo moderno (che non prega più leggendo il giornale, con buona Pace [PD, così, bestemmia gratuita] di Hegel, ma interrogando gugle è pregato di rivolgersi all’ormai stracitato BigNose. No, non lo disturbate, tranquilli, casualmente oggi non è al lavoro) dal titolo birdland, e condotto da vari personaggi, tra cui il redivivo Riccardo Bertoncelli (musico? Fallito? Pio? Teorete?) e che parlano del Signore con la Tromba e dei suoi vari periodi. Molto molto consigliati. Punto. Dicevo sto ascoltando questo. In attesa c’è standards live di Keith Jarret con il trio. Tra poco lo metto. Prima mi devo accertare che tutta la casa sia e rimanga in religioso silenzio per almeno un’ora. Andare dal tipo che abita sopra e pregarlo di portare fuori il cane (che pure a mio avviso ha una predilezione per il Mario Del Monaco e il di lui Otello, tanto da lamentarsi se ascolto una differente versione del capolavoro verdiano, buongustaio). Bloccare il traffico sull’intera via Meda, pregare l’amministratore del condominio di spegnere il riscaldamento (del resto ci siamo abituati, vedasi domenica in via Ghili [questa è satira politica]). Insomma, quelle tipiche, normali, minime precauzione che si devono prendere quando si ascolta il KJ (preferisco non nominarlo più di due volte nella stessa striscia, non vorrei si risentisse). Ascolto Miles e rifletto sul 3+2. Me ne hanno parlato bene, per questo l’ho proposto. Vedremo cosa succede. Mi attendo invece sdegnata assenza del BigNose giovedì. A causa di legge ad personam, anzi contra personam. Leggete bene il bando. È tutto un florilegio di leggi e leggine contro di lui. Minimo decide che non va a lavorare per un mese, per preparare un ricorso al Tar. E vincerlo. E io nel frattempo mi tocca andare in Vespa, come domenica, che il mio capitano, anzi Capitano, mi ha dimenticato. Anzi, mi ha messo nel Dimenticatoio (e tre). Pazienza, mi scalderò in altro modo. Ma tornando ai riti satanici, all’ipnotizzare l’avversario o altre cose, chi commenta dimentica la devastante potenza del mio maglioncino a righe orizzontali. Sapete, è di quei tipici maglioncini che se avete una moglie vi tocca comprare, che vi dice ah, sì, la riga orizzontale ti sta benissimo. Poi ve lo dimenticate (anzi lo mettete nel Dimenticatotio [e quattro]). Poi per caso un giorno lo mettete. Quel giorno siete a Legnano e giocate contro il Gori, della SSM. Fate una stupidata grande come una casa, e siete lì a soffrire. E quello, di colpo, inventa la mossa che in un colpo solo perde due pezzi. E se ne va, dopo aver lasciato giù un puntone (vale uno!) con la testa che penzola, con l’aria di chi farà fatica a trovare la strada di casa. Nel pomeriggio lo togliete, ma è lì, sulla sedia. Ed ecco perché con il Lapicci grande finisce pari. Ad Imperia prova i suoi influssi il Cugino. E finisce che dichiara che lascerà l’attività agonistica. Dopo aver beccato colpo tattico da bunnò. Domenica, visto lo stato di forma penoso ho deciso di metterlo. E i risultati li vedete. Dicevo – sul forum – che tale maglioncino appare su varie foto ufficiali. Dateci un’occhiata, ma solo una, che se vi capita di rivederlo inventatevi qualsiasi cosa, ma non giuocate contro di me! Perché non solo lascerete giù il puntone (vale sempre uno!). Ma avrà degli effetti devastanti su tutta la vostra vita. Vi conviene dimenticarvelo in fretta. Metterlo nel Dimeticatoio. Che io, nel Dimenticatoio, oggi, ci ho messo di scrivere la striscia. E PD c’era già da quattro mosse! E non mi venite a dire che sono scorretto!

Comments

Leave a Reply